COMITATO TERRITORIALE C.S.I. DI IMOLA
23 novembre 2022

Più di 70 iscrizioni: grande successo per il corso di autodifesa femminile

La soddisfazione delle partecipanti: «Quello che abbiamo imparato un giorno potrebbe salvarci»

Ieri, mercoledì 23 novembre, si è conclusa un’esperienza particolarmente significativa per il Csi di Imola, dalla valenza sportiva ma prima di tutto sociale, ovvero il corso gratuito di autodifesa femminile. L’iniziativa, che ha preso il via il 19 ottobre, si è tenuta presso il Centro Sportivo Montericco e verrà riproposta anche a gennaio dato il notevole successo riscontrato (le iscrizioni sono state addirittura una settantina). Nato come collaborazione tra il Csi e il gruppo sportivo della Polizia Municipale di Imola, il corso, nell’arco di cinque incontri condotti da tecnici qualificati Tsa Training shoot and Self defence Academy, ha affrontato aspetti quali la prevenzione delle aggressioni, i fondamentali di difesa personali, la difesa da strangolamento, le tecniche di caduta, la difesa da terra e l’uso dello spray al peperoncino.

«L’età media delle partecipanti era sulla cinquantina d’anni, poi, ovviamente c’erano anche ragazze più giovani e signore un po’ più anziane» spiega Rita. Al termine degli incontri, le corsiste sono state tutte concordi nel sottolineare l’utilità e l’importanza di iniziative simili, nonché desiderose di poter partecipare nuovamente in futuro a ulteriori momenti di formazione: «Credo che sia stata un’esperienza molto positiva, ho già consigliato a mia volta il corso ad altre donne – racconta Maria Giovannaquello che abbiamo imparato un giorno potrebbe salvarci». Della stessa idea Anna: «L’ho consigliato a mia figlia, che è giovane e ha una capacità di reazione differente rispetto alla mia. È stato veramente tutto molto utile». «Se dovessi essere aggredita veramente sarei più agile rispetto a com’ero in palestra – scherza Margherita – perché avrò certamente tanta adrenalina in corpo. Consiglio veramente questo corso, è necessario imparare a difendersi perché ci sono situazioni, nella vita reale, che purtroppo possono essere molto difficili per noi donne».

Laura, invece, sottolinea un aspetto che l’ha colpita particolarmente: «Gli istruttori sono stati esaustivi nel fornirci informazioni su come difenderci nei limiti della legalità, infatti ci hanno spiegato che se la nostra difesa risulta sproporzionata rispetto all’aggressione subita, possiamo essere noi a passare dalla parte dell’illegalità. È un aspetto, questo, che non avrei mai considerato ma che torna utile sapere: si spera di non trovarsi mai in circostanze simili ma sicuramente avere qualche informazione di questo tipo può servire per evitare conseguenze legali.»

Un sentito ringraziamento, dunque, da parte del Csi di Imola a tutti gli istruttori che hanno permesso la realizzazione di questi incontri, ovvero Marco Chieregato, Juri Bellini, Andrea Brunetti, Gianluca Grandi e Giuseppe Sorrentino.

 

Lorenzo Sbarzaglia

Più di 70 iscrizioni: grande successo per il corso di autodifesa femminile